Come acquistano gli italiani sul web

0
168

Gli italiani sono ormai diventati degli acquirenti online abituali.

A rivelarlo è l’ultima indagine condotta da Osservatorio Doxa, che ha analizzato le abitudini di spesa sul web tenute dai nostri connazionali nell’ultimo anno.

Nel 2021, il 68% degli utenti italiani ha acquistato online più di una volta al mese, mentre il 24% almeno una volta al mese.

C’è poi un 4% di popolazione che ha acquistato almeno una volta durante lo scorso anno ed un 2% che non ha comprato nulla tra gennaio e dicembre del 2021.

Stessa percentuale (2%) è quella degli utenti che, finora, non hanno mai concluso una transazione sul web.

Nonostante ciò, il 52,8% delle persone ha comprato, nel 2021, prodotti online che in passato erano stati acquistati raramente o mai, mentre il 16,3%, ha fatto un acquisto online per la prima volta negli scorsi dodici mesi.

Per quel che riguarda le fasce di età, gli acquirenti più attivi sono risultati essere quelli tra i 25 ed i 34 anni, con una quota del 59,3%, seguiti dai 35-44 anni (20,7%), dagli over-45 anni (10,5%) e dai 18-24 anni con un 9,3%.

Quest’ultima categoria, nonostante la familiarità con il mondo digitale e del commercio online, ha pagato il fatto di avere un potere d’acquisto più basso rispetto alle altre fasce, essendo per la maggior parte formata da studenti o giovani senza un’occupazione stabile.

Ma quali sono stati i prodotti più gettonati per gli acquisti online degli italiani nel 2021?

Al primo posto troviamo l’elettronica, che ha catturato l’interesse del 44,5% dei consumatori virtuali.

Gli utenti italiani hanno poi acquistato sul web articoli moda come abbigliamento e calzature (34,4%), soluzioni per il tempo libero come libri, viaggi e videogiochi (29,5%) e prodotti per la casa (23,7%).

Un’altra tendenza dei nostri connazionali sul web è stata quella di monitorare i prezzi prima di procedere all’acquisto.

L’81,8% degli italiani, infatti, ha pianificato i propri acquisti online in anticipo, contro un 18,2% che, invece, ha avuto abitudini d’acquisto più avventate.

Un comportamento, quello dei primi, che gli ha permesso di risparmiare circa il 15% sulla spesa online del 2021 rispetto ai secondi.

Questo perché, prendendo in considerazione i top-200 prodotti più ricercati sul web dagli italiani lo scorso anno, Osservatorio Doxa ha stimato che per ognuno di questi si potevano trovare 13 offerte online alternative, di cui 9 più basse del prezzo medio calcolato.

Nonostante i dati analizzati finora evidenziano l’ottimo rapporto tra utenti italiani ed acquisti online, nell’ultimo anno il 73% dei consumatori sul web ha visitato un negozio fisico per esaminare i prodotti prima di acquistarli in rete.

Questo comportamento d’acquisto, definito “effetto showrooming”, consiste appunto nel recarsi in un negozio fisico per esaminare di persona il prodotto che si intende acquistare e, successivamente, acquistarlo online, approfittando di un prezzo generalmente più conveniente rispetto a quello offline.

La categoria più “colpita” dal fenomeno è stata quella della Moda, con il 43,8% degli utenti che ha preferito provare prima abiti e calzature in negozio per poi comprarle sul web, contro un 17,5% che, invece, li ha acquistati direttamente online.

Il settore che, invece, ha risentito meno dell'”effetto showrooming” è stato l’Elettronica (4,3% di sondaggi offline contro un 37,5% di acquisti diretti in rete).

Alla luce di questo dato, c’è però da sottolinearne uno di segno completamente opposto e cioè che, nel 2021, l’86,7% degli italiani ha fatto una o più ricerche online sui prodotti prima di comprarli in un negozio fisico.

Tuttavia, già dallo scorso anno, l'”effetto showrooming” sembra viaggiare verso un netto ridimensionamento.

Infatti, nel campione intervistato da Osservatorio Doxa tra coloro che erano soliti visitare i negozi fisici prima di acquistare online nel 2020, il 25,8% ha dichiarato di aver iniziato a comprare direttamente online lo scorso anno, senza più sfruttare la vetrina offerta dagli store fisici.

Il 56,1% ha, invece, ridotto questa abitudine, mentre il 18,1% ha continuato a provare i prodotti nel mondo “reale” prima di acquistarli online.

E per il futuro? Quali saranno i comportamenti di acquisto online degli italiani negli anni a venire?

Già per quanto riguarda il 2022, secondo Osservatorio Doxa, il 34,5% degli utenti comprerà online ancora di più rispetto al 2021, mentre il 58,4% lo farà allo stesso modo.

Solo per il 7% della popolazione, invece, è prevista una riduzione degli acquisti tramite e-commerce.

Infografica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here